A partire dal suo debutto classico, Illmatic (1994), Nas si è affermato come una delle principali voci rap di New York City, esprimendo apertamente una spavalderia giusta e autoreferenziale che lo ha reso caro ai critici e ai puristi dell’hip-hop. Sia che si proclami “Nasty Nas” o “Nas Escobar” o “Nastradamus” o “God’s Son”, l’auto-nominato re di New York ha combattuto numerosi avversari, nessuno più impegnativo di Jay-Z, che ha gareggiato con Nas per il trono lasciato sulla scia dell’assassinio di The Notorious B. I. G. del 1997., Tale dramma degno di titolo ha informato le sue rime provocatorie, consegnate con un flusso magistrale e una prospettiva saggia sui beat di una serie di produttori, da DJ Premier e Pete Rock a the Alchemist e Kanye West. Nas ha continuamente maturato come artista, evolvendosi da un giovane discepolo di strada a un saggio onnisciente e umile insegnante devoto, come illustrato attraverso Hip Hop Is Dead (2006), Nas (2008) e Life Is Good (2012), tutti nominati ai Grammy., Da quando ha rilanciato e ampliato l’appeal di massa della compagnia hip-hop multimediale, ha continuato a costruire la sua profonda discografia con pubblicazioni come Nasir (2018) e King’s Disease (2020).

Nato Nasir Jones, figlio del musicista jazz Olu Dara, Nas ha abbandonato la scuola in terza media, scambiando le aule per le strade dei rough Queensbridge projects, a lungo leggendario come l’ex stomping ground di Marley Marl e del suo Juice Crew immortalato in “The Bridge.,”Nonostante l’abbandono scolastico, Nas ha sviluppato un alto grado di alfabetizzazione che in seguito caratterizzerà le sue rime. Allo stesso tempo, però, approfondì la cultura di strada e flirtò con il pericolo, esperienze simili che caratterizzavano le sue rime. La sua sintesi di retorica ben congegnata e immagini glamour di strada è sbocciata nel 1991 quando si è collegato con Main Source e ha posato un verso infuocato su “Live at the Barbeque” che gli è valso l’attenzione tra la scena rap della East Coast., Non molto tempo dopo, MC Serch di 3rd Bass si avvicinò a Nas per contribuire con una traccia alla colonna sonora di Zebrahead. Serch è stato produttore esecutivo della colonna sonora ed era stato colpito da ” Live at the Barbeque.”Nas ha presentato “Halftime”, e la canzone ha così sbalordito Serch che ne ha fatto la traccia principale della colonna sonora.

Nel frattempo, la Columbia Records firmò un contratto con una major, e molti dei migliori produttori di New York offrirono il loro supporto. DJ Premier, Large Professor e Pete Rock sono entrati in studio con il giovane rapper e hanno iniziato a lavorare su Illmatic., Quando la Columbia finalmente pubblicato l’album nel mese di aprile 1994, ha affrontato grandi aspettative. Indipendentemente da ciò, Illmatic si è dimostrato altrettanto sorprendente come era stato fatturato. Ha venduto molto bene, ha generato tre successi grafici e ha ottenuto consensi unanimi, seguiti subito dopo da certificazioni gold e platinum e status classic.

I due anni precedenti al follow-up di Nas, è stato scritto (1996), hanno portato un’altra ondata di enorme attesa., Gli ambiziosi rapper, che ha iniziato a lavorare a stretto contatto con l’industria pesante Steve Stoute, ha risposto con una significativamente diverso approccio che aveva preso con Illmatic: dove l’album era stato un semplice hip-hop record con pochi pop concessioni, in gran parte Trackmaster prodotto È Stato Scritto numerose concessioni al pop-crossover di mercato, e in particolare sulla due singoli di successo, “Street Dreams” e “Se I padroni del Mondo (immagino Che).,”Questi singoli drew entrambi tratti da canzoni ben note, “Sweet Dreams (Are Made of This)” degli Eurythmics e “If I Ruled the World” di Kurtis Blow, rispettivamente broad hanno ampliato l’appeal di Nas e gli hanno conferito il successo crossover sancito da MTV. Quest’ultimo ha guadagnato il rapper la sua prima nomination ai Grammy. Questo stesso successo crossover minato parte della sua credibilità hip-hop, però, e un contraccolpo minore da parte dei puristi ha portato.

Nas si rivolse ai suoi critici su “Hate Me Now”, il secondo singolo del suo prossimo album, I Am (1999)., Lo sforzo era stato originariamente previsto come un concept album a doppio disco comprendente materiale autobiografico, ma quando alcune delle tracce sono state trapelate, I Am è stato ridimensionato e pubblicato come un singolo disco, con il DJ Premier-prodotto “Nas Is Like” scelto come singolo principale. Oltre a “Nas Is Like” e “Hate Me Now”, che hanno entrambi fatto irruzione nella Billboard Hot 100,” You Won’t See Me Tonight “e” K-I-S-S-I-N-G ” sono stati anche tracciati come singoli., Originariamente previsto dalla Columbia come un album di follow-up che comprende il materiale pirata dalle sessioni di I Am, Nastradamus (1999)-pubblicato in tempo per la stagione dello shopping natalizio, circa sei mesi dopo il suo predecessore-conteneva invece materiale quasi completamente nuovo, registrato rapidamente per soddisfare la data di uscita di fine novembre. L’album raggiunse ancora la settima posizione e generò due singoli grafici, “Nastradamus” e ” You Owe Me.”

Nella scia di fine anni’90 di The Notorious B. I. G.,’s assassinio, Nas regnava in cima alla scena rap di New York al fianco di pochi contemporanei di uguale statura. Oltre al suo flusso infinito di successi dei produttori di maggior successo del settore-“If I Ruled the World” (prodotto dai Trackmasters), “Hate Me Now” (Puff Daddy), “Nas Is Like” (DJ Premier) e “You Owe Me” (Timbaland), tra gli altri-ha recitato nel film Belly (1998) diretto da Williams insieme a DMX e ha contribuito alla colonna sonora., Inoltre, Nas ha guidato un supergruppo di rapper newyorkesi di breve durata noto come the Firm (con i rapper Foxy Brown, AZ e Nature, con i produttori Dr. Dre e the Trackmasters) e ha riunito un’ampia coalizione di colleghi rapper di Queensbridge per la QB Finest compilation (2000).

Una serie di incidenti nel 2001 ha fornito un punto di svolta fondamentale nella carriera di Nas. La vita personale del rapper stava diventando sempre più complicata, e il rivale di lunga data Jay-Z lo dissentì in “Takeover”, la tanto discussa canzone leadoff dell’acclamato album Blueprint (2001)., Nas ha risposto in modo sorprendente nel dicembre 2001 con Stillmatic, il titolo un riferimento al suo classico album Illmatic, che era stato pubblicato quasi un decennio prima. Stillmatic ha aperto con la canzone “Ether”, una risposta molto diretta a Jay-Z, seguita dal singolo aggressivo ” Get Ur Self A….”Queste due canzoni in particolare hanno radunato le strade mentre il video commovente di “One Mic” ha ricevuto un forte supporto da MTV. Per tutto il 2002, Nas ha continuato il suo ritorno con una serie di apparizioni come ospite, tra cui ” What About Us?, “J-Lo” I’m Gonna Be Alright “e Ja Rule” The Pledge.,”

In mezzo a tutto il dramma, Nas ha recuperato la sua stimata reputazione e recuperato il suo status in cima alla scena di New York. Stillmatic ha ottenuto il plauso immediato di fan e critici e ha venduto in modo impressionante, mentre la Columbia ha promosso la campagna di ritorno con due versioni d’archivio, una di remix (Da Illmatic a Stillmatic ), l’altra di outtakes (The Lost Tapes , che includeva in particolare parte del materiale pirata I Am)., Poi, alla fine dell’anno, la Columbia pubblicò un nuovo album in studio, God’s Son (2002), e Nas ancora una volta si crogiolò in consensi diffusi poiché l’LP vendette bene, generò notevoli successi (“Thugz Mansion”, “Made You Look”, “I Can”) e ricevette un supporto mediatico dilagante. Due anni dopo, Nas è tornato con Street’s Disciple (2004), un doppio album che ha approfondito varie questioni, in particolare la politica e il suo imminente matrimonio con Kelis., Il doppio lato “Thief’s Theme” / “You Know My Style” singolo è sceso nell’estate 2004, diversi mesi prima della pubblicazione dell’album, ed è stato seguito quella caduta dal singolo di piombo corretta “Bridging the Gap.”

In una sorprendente svolta degli eventi, Nas ha fatto un’apparizione al concerto I Declare War di Jay-Z nell’ottobre 2005. Insieme i due rivali hanno eseguito “Dead Presidents”, singolo di debutto di Jay-Z del 1996. (La canzone classica presenta un campione di rilievo del classico di Nas del 1994 ” The World Is Yours.”) La riconciliazione di Jay-Z e Nas ha aperto la porta ad un accordo con Def Jam., L’etichetta discografica, supervisionata da Jay-Z come presidente all’epoca, firmò Nas e, a sua volta, pubblicò Hip Hop Is Dead (2006). L “album ha ispirato un sacco di commenti sullo stato di hip-hop e comprendeva una collaborazione molto atteso con Jay-Z,” Black Republican.”Un album omonimo politicamente caricato, a un certo punto considerato intitolato N*gger, si è materializzato nel 2008. È diventato il quinto album numero uno di Nas.

Dopo il divorzio da Kelis, Nas ha pubblicato Distant Relatives, una collaborazione con Damian “Junior Gong” Marley, nel 2010., Due anni dopo, il divorzio di Nas è stato affrontato su the venomous Life Is Good, il suo terzo LP consecutivo nominato per un Grammy nella categoria Miglior album Rap. Poco dopo, Nas ha fatto un importante investimento in Mass Appeal, una fanzine diventata società multimediale, e ha co-fondato la sua divisione di etichette discografiche (sede di pubblicazioni di artisti del calibro di Run the Jewels, Pimp C, J Dilla e DJ Shadow). Nel frattempo, Illmatic rimase una parte importante dell’eredità di Nas. Nel 2014, l’anno del 20 ° anniversario dell’album, Nas ha eseguito le sue canzoni al John F., Kennedy Center for the Performing Arts con il supporto della National Symphony Orchestra. Illmatic XX, un’edizione ampliata del classico, nonché un documentario intitolato Time Is Illmatic, hanno raggiunto il pubblico entro la fine dell’anno. Nel 2018, la performance del Kennedy Center è stata trasmessa su PBS e alla fine è stata pubblicata come album tramite Mass Appeal.

Pochi mesi dopo, Nas ha pubblicato Nasir, un breve album con tutte e sette le sue tracce co-prodotto da Kanye West., A questo è seguito nel 2019 un altro set d’archivio, The Lost Tapes II, costituito da materiale inedito registrato durante i precedenti 13 anni. King’s Disease, il 13 ° LP in studio di Nas, è arrivato nell’agosto 2020. L’album è stato caratterizzato dalla produzione di ritorno al passato e da ospiti di Lil Durk, Anderson .Paak, Fivio Foreign, e una riunione di classe di talento della vecchia scuola sulla canzone “Full Circle”, che ha caratterizzato cammei dalla ditta, AZ, e Foxy Brown.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *