Che tu sia un fan o meno, c’è qualcosa di magico in una pinta di Guinness appena versata e correttamente versata. Il modo in cui la testa cremosa si forma in alto, e le piccole bolle scendono a cascata nel profondo abisso scuro. E ‘ un’opera d’arte. Ma quell’arte-quelle bolle a cascata e la testa cremosa vellutata-non è magica. E ‘ scienza. Più specificamente, è azoto.

Quando il tuo amichevole barista locale ti versa una pinta di birra, di solito proviene da un barile che utilizza anidride carbonica diretta per carbonare la birra., Quella bolla tipicamente amara nella tua schiuma è causata dalla CO2 in essa contenuta. Guinness, tuttavia (e altri nitro stouts e facchini), è tirato con un mix di anidride carbonica e azoto, che è davvero il segreto di tutto. Tutto ciò che sappiamo e amiamo di Guinness—dalle belle bolle, alla testa cremosa e liscia, e anche la sua finitura più dolce e più morbido—tutto inizia e finisce con azoto. E ‘ per questo motivo che pinte di Guinness sono accuratamente tirato in un processo multi-step che coinvolge tempo, pazienza, e abilità da un barista che sa quello che sta facendo.,

Ma, come sai, Guinness non viene solo sulla bozza. Si può godere la stessa magia dalla comodità della vostra casa-nessun rubinetto nitro necessario. E se hai già avuto una lattina di Guinness a casa, hai sentito il segreto bussare intorno nel fondo della lattina.

Si chiama “Widget.”Ma che cosa è un widget e come funziona?

La storia del Widget risale al 1964, quando Guinness stava cercando di capire come portare il loro gustoso stout fuori dal pub e nelle case d’Irlanda., Per natura, Guinness-come la maggior parte degli altri stouts e facchini—è una birra a bassa gassazione, il che significa che senza l’azoto aggiunto, rimarrebbe piatta e non otterrebbe la testa cremosa che beve la roba ama così tanto. Guinness sapeva che non sarebbero mai stati in grado di commercializzare la birra relativamente piatta come vera Guinness. E ammettiamolo, senza l’azoto, questo è praticamente tutto ciò che era. Il team si mise al lavoro e nel 1969 brevettò quello che sarebbe diventato il Widget. Ma per un motivo o per l’altro, non è stato fino al 1989 che lo hanno effettivamente messo in uso.,

La prima iterazione del widget è venuto sotto forma di un semplice cerchio piatto specificamente progettato per affondare al fondo della lattina. Mentre ha funzionato grande quando la birra era buona e fredda, si è rivelato disastroso quando caldo. La birra sarebbe solo fizz ed esplodere ovunque.

Guinness ha pubblicato la seconda iterazione nel 1997, la sfera galleggiante simile a una pallina da ping pong che conosciamo e amiamo oggi.

Il suo funzionamento è un semplice pezzo di genio, troppo. Fondamentalmente, quando ogni singola lattina di Guinness è sigillata, un po ‘ di azoto pressurizzato viene aggiunto alla lattina., Che l’azoto trova la sua strada nel widget.

Quando la lattina viene aperta, viene depressurizzata e l’azoto nel widget viene forzato fuori dal widget e si mescola con la birra. Questo improvviso scoppio di bolle di azoto sale in cima alla birra, che viene versata in un bicchiere.

Una delle domande ovvie qui è: “Perché non caricare le lattine con azoto e rottamare il widget?” Il problema è che senza il widget, l’azoto sarebbe solo appendere fuori nella birra., Mentre non influenzerebbe il gusto, richiederebbe un inferno di molta più pressione per creare il tipo di scoppio che permetterebbe a una testa di schiuma. Anche con i livelli appropriati per far sì che ciò accada a freddo, avresti ancora lattine sovra-pressurizzate quando sono calde, il che significa che esplodono birre dappertutto.

Un altro è: “Perché non usare l’anidride carbonica come altre birre?”Mentre ammettiamo che la CO2 è di solito il go-to per la maggior parte delle fabbriche di birra, non si siede con Guinness per un paio di motivi. Il primo è che la Guinness è una birra più dolce e corposa., La CO2 produce un profilo di gusto più nitido e amaro, il che significa che cambierà completamente il gusto della birra. Il secondo—e questo è il più importante-è che la CO2 ha una bolla più spessa. L’azoto produce bolle più piccole e più gestibili, mantenendo la Guinness liscia. Se tagli l’azoto dall’equazione, ti rimarrebbe una vera birra scura con una testa sottile e noiosa senza volume o densità reali. Sarebbe una birra completamente diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *