Wildflower Watching

Di Gregory McNamee

Un mio amico è quello che si potrebbe chiamare un collezionista maniacale di fiori selvatici del deserto, correre fuori dopo le piogge stagionali per tally i primi segni di tutto, dagli anemoni alle zinnie., Mi ricorda quei birdwatcher posseduti che salteranno in una macchina o su un aereo e viaggiano in tutto il mondo per intravedere alcune specie rare per aggiungere un altro numero alla loro lista di vita except tranne che, vivendo nel deserto fuori Tucson, non ha bisogno di viaggiare lontano in un buon anno per trovare innumerevoli varietà di fiori selvatici da aggiungere alla sua lista.

Non infrangerai alcun record di osservazione dei fiori selvatici trovando i seguenti dieci fiori del deserto; la maggior parte di essi sono abbastanza comuni nei deserti di Chihuahuan, Mojave e Sonora., Ma se li cercate, siete certi di imbattervi in molti altri tipi di fiori e di familiarizzare con i processi di ecologia del deserto che li portano in essere.

1. Apache Plume (Fallugia paradoxa)
L’Apache plume, un arbusto denso con una testa di fiore bianco argenteo che fiorisce da maggio a ottobre, cresce ad una gamma di elevazioni accanto a tutto, dai saguaros ai pini ponderosa. Alcuni dei più grandi esemplari sono più di sette piedi di altezza, ma la pianta media è molto più breve, soprattutto a quote più elevate., Thomas Kearney, la nota autorità sulla flora del deserto, osservò negli 1940 che gli indiani Hopi usavano uno shampoo fatto di pennacchio Apache per stimolare la crescita dei capelli-un uso che dovrebbe attirare molti uomini al fiore.

2. California Poppy(Eschscholtzia californica)
Abbondante e bella, questo papavero merita il suo posto come fiore dello stato della California. Il ciclo vitale del papavero della California, un cosiddetto “escaper della siccità”, è ideale per le scarse precipitazioni del deserto del Mojave. I semi del papavero giacciono dormienti fino a quando non vengono innescati dalle piogge., Poi le piante fioriscono rapidamente e disperdono i loro semi, che a loro volta rimangono dormienti fino alla prossima stagione di abbondanti piogge invernali may che potrebbero non arrivare per anni. Quando arrivano le piogge, tuttavia, papaveri della California e altre annuali appariscenti (come lupini, gigli di mariposa e campi auriferi) irrompono e tappezzano le valli sabbiose e le colline rocciose con un mare di arancio, giallo e blu, invitando gli impollinatori. Come altri papaveri, Eschscholtzia californica ha proprietà sedative e antidolorifiche, e le popolazioni indiane del deserto lo usavano per rimediare al mal di denti e all’insonnia.,

3. Chuparosa(Beloperone californica)
Chuparosa, che significa “rosetta” in spagnolo, non si riferisce a questo delicato fiore a forma di campana, ma ai colibrì che attrae così facilmente. Il Messico e l’America Centrale abbondano con circa 60 specie di questa bella pianta, ma solo questa specie si estende negli Stati Uniti, e quindi non più a nord dei corsi d’acqua desertici dell’Arizona meridionale e della California sud-orientale.

4., Tarassaco del deserto (Malacothrix glabrata)
Il tarassaco comune (Taraxacum officiale), come il coyote, è uno dei grandi opportunisti della natura, in grado di prosperare in una vasta gamma di ambienti. Nativo non dei deserti sudoccidentali ma delle pianure semiaride dell’Asia centrale, questo dente di leone è stato probabilmente introdotto con altre colture di foraggio bovino e ora cresce in abbondanza in tutto il Nord America. Il dente di leone del deserto non correlato prospera nel deserto sabbioso, lavaggi a secco e pianure scrubby, l’invio di fiori gialli brillanti in tarda primavera.

5., Calendula del deserto(Baileya multiradiata)
Un fiore comune nelle foreste saguaro del deserto di Sonora, la calendula del deserto cresce in grandi ciuffi, spesso ad un’altezza di due piedi. Le foglie e gli steli sono una specie di verde opaco, anche anonimo, densamente arruffato per proteggere la pianta dai raggi ultravioletti e per aiutarla a trattenere l’acqua.. Gli ampi fiori, tuttavia, sono di un giallo brillante, molto apprezzati dai giardinieri delle terre aride e da molte specie di uccelli. Il nome “marigold” è ampiamente supposto per onorare la Vergine Maria, anche se può, infatti, derivare dal vecchio inglese “mere”, che significa palude.,

6. Golden Suncup (Oenothera brevipes, Camissonia brevipes)
Il nome specifico latino brevipes significa “piede corto”, un nome adatto perché questo membro della famiglia primula, Onagraceae, mantiene i suoi fiori vicino al suo corpo. Un tardo autunno particolarmente umido e l’inizio dell’inverno assicureranno un buon raccolto di questi fiori brillantemente colorati, rosso-arancio o gialli, che favoriscono gli appartamenti sabbiosi del deserto. Suo cugino la duna (Oenothera primiveris) preferisce lo stesso terreno, così come la verbena di sabbia color lilla (Abronia villosa)., Quando i tre fioriscono insieme, l’effetto visivo e il profumo sono sbalorditivi.

7. Artiglio del diavolo(Probiscidea altheaefolia)
Artiglio del diavolo è una grossa, terra-abbracciando pianta che invia fuori marrone o color rame fiori un piede di altezza. Il frutto della pianta, che è abbastanza comune dal sud della California al Texas occidentale, si divide a metà, il suo nucleo formando un “artiglio” a forma di corno che cattura il vento che passa-o la coda di una mucca obbligante-per essere portato altrove e quindi disperdere i suoi semi., Tra i Tohono O’odham, un popolo indigeno dell’Arizona meridionale, l’artiglio essiccato era apprezzato per la sua resistenza e durata. Era usato come una sorta di ago per la produzione di cestini.

8. Canaigre Dock(Rumex hymenosepalus)
Un parente sia del geranio e lino, dock è anche conosciuto come canyon ambrosia-un nome poco dignitoso, per essere sicuri, ma uno che descrive bene il suo habitat. Favorendo canyon desertici parzialmente ombreggiati, ma anche deserto aperto, dock invia abbondanti fiori color crema a fine febbraio., I gruppi indiani del deserto li usavano in un tè come astringente e internamente per malattie epatiche di vario tipo.

9. Fata Duster (Calliandra eriophylla)
La fata duster, un arbusto basso, cresce densamente in lavaggi sabbiosi, appartamenti desertici e praterie aride dal sud della California al New Mexico occidentale. Questo arbusto è poco appariscente per la maggior parte dell’anno, ma quando arriva la fioritura primaverile, invia grappoli a forma di palla di fiori rosa dando alla pianta il suo nome., Imparentato con l’acacia tropicale e la mimosa, lo spolverino delle fate è uno dei preferiti dei giardinieri del deserto — e dei colibrì, che attrae prontamente.

10. Giglio di mariposa (Calochortus kennedyi)
Il giglio di mariposa, che assomiglia al tulipano, si trova spesso in stretta associazione con il cespuglio di creosoto basso. È caratterizzato da un brillante fiore vermiglio in California che, per ragioni sconosciute, sfumature fuori in arancione in piante che crescono più a est. Vive anche a quote più elevate, come il front range delle montagne di Santa Catalina a nord di Tucson., Ovunque dimora, il giglio di mariposa è un fiore insolitamente bello che aggiunge colore maestoso ad un giardino di primavera.

Per una guida completa campo Wildflower con foto clicca qui.

Cosa sta fiorendo ora – Controlla i rapporti Wildflower

Suggerimenti fotografici

La maggior parte delle fotocamere digitali point-and-shoot ha una funzione macro, solitamente simboleggiata dall’icona di un piccolo fiore. Quando accendi quella funzione, permetti alla tua fotocamera di avvicinarsi al soggetto, ad esempio guardando un fiore. O stare da vicino e personale con un bug. Altro su desert photography.,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *